NAVA EMANUELA, LA BAMBINA STRISCE E PUNTI – IPV
27 ottobre 1968
NAVA EMANUELA – CILIEGIE E BOMBE – DSA
15 maggio 1969

NAVA EMANUELA – KURY KURY – DSA

NAVA EMANUELA

KURY KURY

ANTEPRIMA

Fare Clik per visualizzare il testo PDF,    Poi per ascoltare l’audio occorre scaricare il PDF (download ) sul PC  e visualizzarlo con Acrobat reader (occorre il plugin Flash player)

Nel Paese non nascevano più bambini.
Ma gli abitanti non se ne accorsero subito.
Le giovani coppie continuavano a sposarsi, sognando neonati grassi e rosa. Nell’attesa del lieto evento, arredavano camere e camerette con tutte le belle cianfrusaglie che trovavano: carillon, fiocchi, stelle fosforescenti, orologi a cucù, palle e decorazioni natalizie anche in estate. Riempivano gli armadi con tutine, pannolini profumati, grembiulini.
Le mogli intanto leggevano manuali e i mariti facevano le prove.
Nel negozio di giocattoli della piazza centrale della città vendevano un bambolotto, femmina o maschio, a scelta, vietato ai minori di diciotto anni. Per acquistarlo ci volevano la carta d’identità e anche le migliori intenzioni: chi lo portava a casa, infatti, doveva impegnarsi per iscritto a seguire le istruzioni contenute nella scatola.
“Come ci si comporta se un lattante strilla in piena notte?” chiedeva la guida.
Per diventare genitori c’erano troppe prove da superare.
Come ci si comporta: bisogna sgridarlo o lodarlo?
Questioni molte complesse a cui gli aspiranti genitori non sapevano sempre dare una risposta. Per fortuna la diedero i bambini che aspettavano di nascere e che, da lassù, scrutavano il Paese, per scegliersi una mamma e un papà.
-È deciso, noi non nasceremo in famiglie di tali deficienti!- dissero tutti insieme.
E si finisce nella foresta a ballare il kuri kuri con antilopi e licaoni. A capo della spedizione tre bambini che devono ancora ufficialmente nascere e un nonno che da giovane imitava il verso del barbagianni quando c’era la luna piena. Nella foresta, dove le antilopi battono gli zoccoli a tempo, s’inchinano, fanno piccole giravolte, e il ballo delle gazzelle ipnotizza gli occhi e l’anima, tutti guariranno da ogni tristezza passata o presente, perché è nel mondo selvaggio che perfino le coccodrille sono le mamme più brave del mondo.|

Avventura, Ecologia, Società; Dai 9 anni

Scarica il libro dalla biblioteca on line

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

//]]>