TELLER JANNE – IMMAGINA DI ESSERE IN GUERRA – IPV
20 maggio 1952
TAMARO SUSANNA – SALTA BART – IPV
28 agosto 1952

TAMARO SUSANNA – SALTA BART – DSA

tamaro-susanna-salta-bart-copertina

TAMARO

SUSANNA

SALTA BART

ANTEPRIMA

Fare Clik per visualizzare il testo PDF,    Poi per ascoltare l’audio occorre scaricare il PDF (download ) sul PC  e visualizzarlo con Acrobat reader (occorre il plugin Flash player)

La tecnologia e le sue distorsioni raccontata attraverso la storia di un ragazzino di 10 anni, Bart e della pollastrella Zoe. Appassionante e divertente, è un viaggio attraverso mondi fantastici che invita a riflettere sulla nostra società, ossessionata dal benessere e regolata dalle macchine, che lascia indietro i valori più importanti e il rispetto per il pianeta.
Bart è un ragazzino timido, debole e molto intelligente. È sempre solo e vede i suoi genitori, lontani per lavoro, solo attraverso un monitor. L’unico contatto che gli trasmette un po’ di calore è quello con il suo orsetto di peluche Kapok. Le sue giornate sono scandite dalla tecnologia e regolate dalle macchine.
Quando anche Kapok, giudicato da sua madre un’inutile distrazione, gli viene sottratto Bart cade nella disperazione. Si apre per lui una sequenza di giornate sempre uguali, costrette in un frenetico susseguirsi di impegni inutili e spesso umilianti. La strada verso un’inguaribile malinconia sembrerebbe segnata, fino a quando non compare uno strano figuro cinese, il saggio Maestro Lu.
“Guarda a terra”, gli raccomanda lo strano vecchio cinese, e a terra Bart trova, dentro una gabbietta, Zeta Ics 4292, una pollastra parlante, che diventa la sua migliore amica. La chiama Zoe e lei Ciccio, non fuori, ma dentro, Ciccio tenero, Ciccio morbido. Diventano inseparabili. Una coppia formidabile, in grado di sondare i più delicati sentimenti e al tempo stesso di rendere alcuni passaggi del romanzo esilaranti, grazie all’ingenuità del bambino che si offre come spalla perfetta al caustico e intelligente umorismo della pollastrella. Il bambino impara a piangere, a trasgredire alle regole ingiuste, a leggere un libro ricevuto sempre dall’anziano Tien Lu, che appare sempre nel posto giusto e nel momento giusto. Il racconto illustrato si interrompe sul più bello e Bart e Zoe devono gettarvisi dentro, per sfuggire alla casa impazzita, dopo che la gallinella ha beccato la centralina informatica (sembravano ciliegie!).
Si ritrovano a casa di Nonno Coniglio, in un’isola circondata dalla nebbia e sul punto di svanire. È il Regno Eremita. Solo Bart può salvarlo, scrivendo le pagine mancanti del libro. Bart infatti scopre che la sua vita, come quella di quasi tutti gli altri abitanti della Terra, è sotto il dominio di un personaggio malvagio che vuole sostituire le macchine agli affetti, dovrà provare a ristabilire l’ordine originario. Per farlo dovrà affrontare il drago Mistral nel Regno delle Tenebre, popolato da mostri. Ci vorrà molto coraggio. Mai tirarsi indietro quando si è in ballo e tutto potrà cambiare.
Una bella favola. Ingenua e delicata, proprio come Bart. Divertente e intelligente, come Zoe. Sapiente e provvidenziale, come Mastro Tien. Benevolmente ma saldamente critica verso il mondo, come Susanna Tamaro. Un romanzo di formazione, in cui il protagonista, Bart, deve sconfiggere prima di tutto le paure che si porta dentro e poi provare a crescere salvando il mondo. Un libro decisamente per ragazzi, non tanto però da escludere gli adulti.

Fantasy; Avventura; Emozioni; Storie di ragazzi e ragazze.
Dai 9 anni

Scarica il libro dalla biblioteca on line

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

//]]>